Cosmetici bimbo e mamma non nocivi

March 4, 2016

 

Come riconoscere le sostanze nocive nei cosmetici.

 

 

Quotidianamente si usano in tutto il mondo milioni di prodotti per la pelle e di cosmesi, quali saponi, shampoo, lozioni per il corpo e creme di ogni genere.

 

Si dovrebbero però scegliere con cura i prodotti da utilizzare perché, alcuni di essi, possono contenere sostanze di origine chimica che a lungo andare risultano dannose per la salute dell’epidermide, portando a irritazioni, dermatiti o allergie.

 

Destreggiarsi nella miriade di cosmetici e prodotti per la cura della persona disponibili in farmacia, profumeria o supermercato non è un compito semplice.

 

La scelta di prodotti che siano completamente naturali e non contengano sostanze nocive è fondamentale, soprattutto quando si devono acquistare creme o lozioni per i bambini e neonati, la cui pelle è particolarmente delicata.

 

COME SCEGLIERE IL PRODOTTO MIGLIORE

 

Per orientarsi meglio nei tantissimi prodotti presenti ogni giorno sugli scaffali per i più piccoli in famiglia è importante evitare paraffine, petrolati e siliconi, che idratano solo apparentemente la pelle. Sono anche da scartare i coloranti sintetici che possono essere la causa di allergie e irritazione per la pelle. È possibile individuare quest’ultime sostanze nell’elenco degli ingredienti dalla dicitura CI (color index) preceduto da un numero.

Per evitare l’insorgere di reazione cutanee, è preferibile scegliere dei prodotti di cosmesi che non contengano delle profumazioni aggressive o artificiali.

 

Vediamo ora un breve elenco delle sostanze più diffuse a livello industriale che è possibile trovare nelle lozioni e cosmetici di ogni genere e che, per la loro tossicità e pericolosità, dovrebbero essere evitati.

 

Conservanti

Si tratta di tutte quelle sostanze che vengono aggiunte ai prodotti cosmetici composti principalmente da acqua per evitare la formazione di muffe e batteri. Tra questi è possibile individuare:

 

  - Formaldeide: una sostanza fortemente irritante e potenzialmente cancerogena. È impiegata moltissimo nell’industria chimica e purtroppo è possibile individuarla anche in alcuni prodotti di cosmesi come shampoo e smalti per unghie. Sono anche da evitare le sostanze che possono rilasciare formaldeide come quanternium 15.

 

  - Parabeni: sono usati principalmente nelle creme idratanti, shampoo, detergenti intimi e deodoranti per le loro proprietà antibatteriche e fungicide. Tali sostanze penetrano nella pelle e restano intatte nel tessuto accumulandosi e a lungo andare potrebbero generare effetti negativi sul sistema endocrino. Quindi, per la salute della pelle del bambino, si devono usare prodotti semplici che non contengono parabeni al loro interno. È possibile trovarli nell’INCI con la dicitura: methylparaben, ethylparaben, propylparaben, isobutylparaben, butylparaben e benzylparaben.

 

Ftati

Sostanze che, come la formaldeide, trovano ampio utilizzo nelle categorie merceologiche, come abbiamo già osservato nel nostro articolo sulla loro pericolosità nei capi di abbigliamento. Anche l’industria cosmetica tende ad utilizzare queste sostanze derivate dal petrolio, presenti soprattutto in numerose fragranze, profumi e deodoranti. 

Sono da evitare in quanto comportano alterazioni al sistema endocrino e danni al fegato.

 

Metalli pesanti

Sono assolutamente da evitare sostanze quali piombo, cadmio, cromo e alluminio perché tossici per la pelle, l’organismo e sono altamente cancerogene. Sono presenti in prodotti principalmente di bassa qualità e nelle catene low-cost.

 

Tensioattivi

Si tratta di sostanze con proprietà schiumogene e detergenti. Per questo motivo possono essere presenti in prodotti che detergono corpo e capelli. Non sono sostanze cancerogene, ma essendo molto aggressive è meglio preferire prodotti contenenti tensioattivi più delicati.

 

  - SLS-SLES, COCAMIDE, DEA-MEA-TEA: fanno parte delle sostanze tensioattive contenute in molti prodotti di detergenza , come bagno schiuma, shampoo, saponi. Data la loro azione sgrassante sono i primi responsabili della pelle secca e disidratata, oltre che a essere ingredienti altamente cancerogeni a lungo termine.

 

Petrolati e siliconi.  

Sono sostanze di derivazione del petrolio che vedono un ampio utilizzo nei cosmetici. Si tratta di derivati meno tossici, ma non apportano alcun beneficio alla pelle, causando secchezza e pori dilatati. Si riconoscono nell’INCI con le diciture di: petrolatum, paraffinum liquidum, cera microcristallina, mineral oil, e sigle che terminano in –siloxane, -one, -quaterium.

 

   - PEG – PPG: si tratta di emulsionanti che derivano dal petrolio e per questo che contengono ossido o diossido di etilene, una combinazione di sostanze molto cancerogene.

 

È bene prestare molta attenzione a tutti gli ingredienti che sono contenuti nei prodotti cosmetici, soprattutto quelli per bambini. Alcune di queste sostanze sono state permesse solo in piccole quantità e concentrazioni, ma è consigliato non utilizzare prodotti che le contengono per evitare la formazioni di danni a lungo termine.

 

Con questa lista vi vogliamo rendere consapevoli dei “nemici” che si nascondono nell’industria cosmetica, per tutelare la vostra salute e quella dei vostri bambini. Per la loro pelle sono molto indicati prodotti naturali, che sappiano rispettare la delicatezza e sensibilità della pelle, anche se bisogna prestare molta attenzione che non si presentino delle allergie predisposte a quelle sostanze. Per una maggiore sicurezza, è possibile optare per prodotti biologici, a base di ingredienti vegetali ottenuti da colture organiche, prive di pesticidi e concimi di sintesi

 

 

 

Please reload

Cerca nel Blog
Post in evidenza

Vinci un bavaglino per neonati ecologico senza sostanze nocive

November 4, 2016

1/9
Please reload

Categorie
Please reload

Archivio
Please reload

Tutti i diritti riservati. P.Iva 03958390167 Rea: BG - 423166

PERSONALIZZA IL TUO PRODOTTO

Tutti i prodotti Orsetto Verde possono essere personalizzati scegliendo il colore dell'orsetto e scrivendo il nome del bimbo o della bimba!