Come capire se il bambino ha freddo o caldo

March 9, 2016

 

 PIEDI E MANINE FREDDI

Constatare se il bambino abbia freddo o caldo, soprattutto quando è molto piccolo, è piuttosto difficile. I bambini infatti non sono ancora in grado di poter esprimere bene le loro sensazioni. Ci sono però alcuni segnali che ci permettono di capire il loro stato di salute.

 

I piedi e le mani dei bambini piccoli, soprattutto i neonati, possono risultare molto fredde. Nei primi mesi di vita è una condizione tipica, in quanto il loro meccanismo di termoregolazione non è ancora maturo e quindi la circolazione del sangue giunge molto lentamente nelle zone periferiche, quali le estremità degli arti. Questa situazione non deve allarmare troppo il genitore, che deve comunque controllare il piccolo per capire se non abbia troppo freddo o troppo caldo, come suggerito da Nostrofiglio.it . Le manine e i piedini devo essere sempre freschi e se il colorito del volto è roseo, questo indica che il piccolo è in buona salute. Se invece i piedi sono troppo freddi e il bambino si lamenta può darsi che senta freddo, soprattutto quando le temperature esterne sono oggettivamente basse.

 

Buona regola per capire se il piccolo abbia freddo o caldo è toccare la zona della nuca, appena sopra il collo. Se risulta fredda, molto probabilmente il bambino potrebbe sentire freddo e quindi è buona norma coprirlo maggiormente. Se invece dovesse risultare al tatto troppo calda e sudata allora è un segnale che ha troppo caldo o che è troppo coperto. I bambini troppo infreddoliti tendono lamentarsi e a piangere. Il pianto infatti è la forma di comunicazione che viene utilizzato per esprimere il proprio stato d’animo e per questo motivo non deve mai essere troppo sottovalutato.

 

DAI TRE MESI IN POI

I neonati imparano naturalmente a incamerare il calore e a mantenerlo nel corpo verso i tre mesi. Bisogna comunque fare molta attenzione a come sia vestirlo perché potrebbe avere troppo caldo. È  quindi necessario regolarsi toccando la nuca come suggerito in precedenza e notare se il bambino manda segnali di disagio.

 

DURANTE LA DIGESTIONE

Infine durante la digestione, anche nel periodo estivo, è opportuno controllare che il piccolo abbia il pancino coperto e al contempo che la nuca sia coperta con cuffiette e cappellini, sia dal caldo che dal freddo.

 

IN CASA

La temperatura dell’ambiente di casa deve essere adeguata. È compito del genitore far soggiornare il bambino in locali con una temperatura corretta per evitare che senta freddo o sudi. Generalmente l’ambiente dovrebbe avere una temperatura di 20-22° di giorno e poco inferiore di notte. Per i neonati pretermine invece la temperatura aumenta di pochi gradi fino a raggiungere i 24°. Infine dopo il primo mese di vita la temperatura può essere impostata attorno ai 20° di giorno e 18° durante il periodo notturno. La temperatura deve essere mantenuta constante senza troppi sbalzi termici per evitare che il piccolo si possa prendere qualche malanno.

 

LE MANI E I PIEDINI

Come evidenziato dal Dottor Alberto Ferrando è importante ricordare che il problema delle mani fredde può essere considerato un segnale di allarme per molte  mamme, ma in realtà è una normale condizione fisiologica del bambino. Infatti le manine e i piedini devono essere sempre freschi, mai troppo freddi o gelati.

 

COME SCALDARE LE MANI E I PIEDINI 

In inverno o nelle notti particolarmente fredde, è opportuno coprire un po’ di più il bambino. Queste operazioni sono importanti durante il processo di digestione o durante le notti più fredde, in quanto il piccolo è esposto maggiormente a fenomeni di raffreddamento o di congestione. Può essere utile l’adozione di creme riscaldanti naturali i cui principi attivi scaldano e rinvigoriscono con delicatezza la cute del bambino, come ad esempio quelle alla calendula, rosmarino, zenzero o cardamomo.

 

CALORE DELLA NATURA

Da un lato l’olio di rosmarino ha proprietà terapeutiche, in quanto stimola l’irrogazione sanguigna della pelle e permette di scaldare accuratamente e con delicatezza la cute, rilasciando una leggera e piacevole profumazione che non infastidisce il bambino. Nello stesso tempo la calendula ridona morbidezza e rivitalizza con beneficio immediato la cute. La calendula è adatta anche alle mamme e alle donne incinte che hanno molte volte i piedi affaticati. In questo modo il tuo bambino avrà le manine e i piedini caldi, senza doverlo coprire troppo alterando la sua termoregolazione.

 

 

Please reload

Cerca nel Blog
Post in evidenza

Vinci un bavaglino per neonati ecologico senza sostanze nocive

November 4, 2016

1/9
Please reload

Categorie
Please reload

Archivio
Please reload

Tutti i diritti riservati. P.Iva 03958390167 Rea: BG - 423166

PERSONALIZZA IL TUO PRODOTTO

Tutti i prodotti Orsetto Verde possono essere personalizzati scegliendo il colore dell'orsetto e scrivendo il nome del bimbo o della bimba!